È iniziata nel mese di giugno 2017 la raccolta fondi “Adotta un Proiettore!” promossa dal Circolo Cinematografico Enrico Pizzuti per sostituire il proiettore del Cinema Turroni di Oderzo. Una “scalata” agli 8000 (euro) che si è chiusa a novembre con una grande sorpresa.

Sono stati oltre 80 (ma alla fine più di 300, poi capirete perché) i donatori che hanno sostenuto il crowdfunding “Adotta un Proiettore!” promosso dal nostro circolo nel mese di giugno 2017, il cui obbiettivo è stato fissato a 8000 €: questa è la cifra che è stata preventivata per riuscire a sostituire il vecchio videoproiettore (molto scarso per la fruizione cinematografica) del cinema Turroni. Un desiderio che tenevamo nel cassetto ormai da qualche anno, da quando nel 2015 siamo tornati con il cineforum nella sala in cui, nel lontano 1986, abbiamo cominciato ad organizzare le prime rassegne d’autore. Un proiettore a pellicola, uno schermo con proporzione 4:3 e un umile impianto audio sono stati gli ingredienti essenziali che hanno dato vita a rassegne d’autore con presentazione e dibattito, retrospettive, documentari e film per ragazzi.

Daniele Carnacina incontra le scuole al Cinema Turroni

Frequente è stato il coinvolgimento di registi e attori, tra i quali: Daniele Gaglianone, Michela Cescon, Paolo Benvenuti, Daniele Carnacina, Mario Brenta, Ernesto G. Laura.

Ernesto Laura incontra le scuole al Cinema Turroni di Oderzo
Ernesto Laura incontra le scuole al Cinema Turroni
Paolo Benvenuti - Segreti di stato
Paolo Benvenuti ospite del Circolo per il film “Segreti di stato”

Il Cinema Turroni: un punto di riferimento

In questi anni il Cinema Turroni è stato protagonista indiscusso: la sala storica della Parrocchia di Oderzo con i suoi esponenti, Mons. Paride Artico e in seguito Mons. Piersante Dametto, ha sempre sostenuto e promosso le iniziative del circolo. Un cinema da 180 posti, poi ridotti a 160 e attualmente, dopo l’ultima ristrutturazione, a 142. Una sala accogliente che ancor oggi porta i segni distintivi della vecchia struttura, come finiture e porte rimaste tali e quali a memoria di un passato da non dimenticare. Lo stesso non si può dire per la stanza di proiezione che, a causa della rimozione dei finestrini, è diventata un semplice ripostiglio rendendo impossibile di fatto l’installazione di un proiettore digitale DCP.

Proiettore a pellicola 35mm del Cinema Turroni
Il vecchio proiettore a pellicola 35mm del Cinema Turroni

Adotta un proiettore!

Ma veniamo al motivo per cui abbiamo deciso di realizzare questa raccolta fondi: il proiettore, l’anima vera e propria di una sala cinematografica. Anche con pochi anni di utilizzo alle spalle, abbiamo ritenuto che il videoproiettore a soffitto in dotazione alla sala non fosse adatto alla fruizione cinematografica soprattutto perché dotato di una scarsa luminosità e di un contrasto troppo basso. A 17 anni dall’inizio del terzo millennio è strano dover rimpiangere la qualità del vecchio proiettore a pellicola!

“Come possiamo fare?”, ci siamo chiesti. La risposta è stata semplice: acquistare un nuovo proiettore. I costi da sostenere però non erano trascurabili: per un proiettore professionale, seppur da soffitto, si aggirano intorno ai 7000,00 €.

Abbiamo così pensato di attivare una raccolta fondi che potesse coinvolgere e sensibilizzare la comunità opitergina, per cercare di riaffacciarci al cinema così come lo abbiamo conosciuto e proposto per anni, magari con qualcosa in più. Una raccolta fondi di 8000,00 € che ha tutto l’aspetto di un crowdfunding: si tratta di un finanziamento collettivo che avviene per mezzo di una donazione, piccoli contributi di tante persone che sposano una causa e decidono di sostenere un progetto.

È stato un grande successo

Il 30 novembre 2017 abbiamo chiuso la raccolta fondi con largo successo raggiungendo la cifra di 11600€, ben oltre le aspettative. I primi 1000€ sono stati messi dal circolo come segno di un progetto in cui abbiamo creduto fin dall’inizio. 6400€ sono arrivati da una novantina di donatori tra amici, simpatizzanti, sostenitori sconosciuti, aziende e associazioni. Infine, 4200€ circa provengono da una cena di raccolta fondi organizzata con la collaborazione di A.r.i.s.m.a. (Associazione Ricreativa Sportiva Magera) che, la sera del 18 novembre 2017, ha cucinato per più di 300 persone nella sua sala polivalente di Magera. Questa cifra ci ha permesso non solo di comprare un nuovo proiettore, ma anche di riuscire a sostituire lo schermo con un modello più grande e ottimizzare l’impianto audio.

Che dire, questa è la storia di un piccolo sogno realizzato.

Grazie a ciascuno di voi per aver dimostrato di amare il cinema d’autore e le piccole sale che tengono in vita il cineforum.

Ci vediamo al cinema!

Cena di raccolta fondi con Arisma di Magera, Oderzo
Cena di raccolta fondi con A.r.i.s.m.a. nella sala polivalente di Magera (Oderzo)
Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *